Sito Web Gratis: 5 motivi per non utilizzarlo nella tua attività professionale

Sappiamo che l’hosting gratuito è economico e non devi spendere un centesimo per il tuo sito web gratis, ma tutte queste società di hosting gratuito utilizzano il modello “freemium” per promuovere il loro servizio premium (a pagamento).

 

In poche parole: inizialmente ti viene data una base gratuita per poi obbligarti ad acquistare tutti i loro servizi appena il tuo sito inizia a crescere.

 

Se pensi che qualsiasi cosa possa essere gratis senza alcun interesse, ti sbagli.
Ho realizzato il mio primo blog molti anni fa su un web hosting gratuito ed è stata un’esperienza orribile.

Ecco alcuni dei problemi più comuni con il tuo servizio di hosting, quando lo realizzi gratis.

 

 

1. Il sito ospitato gratuitamente può morire in qualsiasi momento

In qualsiasi momento i provider di hosting gratuiti possono chiudere il loro servizio.

Ti informeranno sicuramente prima di chiudere il loro servizio secondo i termini e le politiche  ma a cosa serve ?

Dovresti spostare tutto il contenuto su un nuovo server. 

Quindi tutto il duro lavoro che hai fatto per realizzare il tuo sito internet gratis potrebbe svanire da un giorno all’altro. Non puoi avere nessuna sicurezza che i tuoi dati restino salvati e che tu possa recuperarli.

Se hai un’attività e dei clienti che visitano il tuo sito web, non puoi assolutamente permetterti che questo accada.

Oltre allo spazio hosting gratuito rischi anche di perdere il tuo dominio che una volta registrato può essere molto più importante dello spazio hosting perchè è il nome con cui tutti i tuoi clienti ti conoscono (www.nome-azienda.com).

Un grande esempio di quello che può succedere:

Yahoo Geocities ha chiuso il suo servizio nell’aprile del 2009.

All’epoca, avevano dichiarato che le nuove registrazioni non sarebbero state accettate, ma i vecchi domini sarebbero rimasti funzionanti.

Purtroppo poco dopo hanno annunciato che tutto il servizio era ormai in fallimento e hanno eliminato tutti i dati e tutti i domini degli utenti registrati.

 

2. Non puoi vendere il tuo blog o sito ospitato gratuitamente

Sarà difficile digerire la verità. 

La verità è che il tuo blog gratuito non è di tua proprietà, ad esempio leggi i termini e le condizioni di blogspot. 

Indica chiaramente che non puoi vendere, condividere e trasferire il tuo blog blogspot a nessun’altra persona. In pratica sei vincolato con il servizio di hosting gratuito.

“Nessuna rivendita del servizio. Se non espressamente autorizzato per iscritto da Google, l’utente accetta di non riprodurre, duplicare, copiare, vendere, commerciare, rivendere o sfruttare per scopi commerciali (a) alcuna parte del Servizio, (b) utilizzo del Servizio, o (c) accesso al Servizio. “

Puoi vendere il tuo blog segretamente a qualcuno. Ma se blogspot lo identifica, il tuo blog verrà chiuso e verrà rimosso anche dall’indice dei motori di ricerca.

E tutto il lavoro che hai svolto andrà perso.

Questo avviene anche con altre piattaforme di realizzazione siti web gratuiti.

3. Non c’è sicurezza per l’azienda e per i vostri clienti

Non dico questo per spaventarti o per rendere questo post più lungo.

Lo dico dai veri avvenimenti online degli ultimi anni. I fornitori di servizi di hosting gratuiti non possono spendere molto denaro per problemi di sicurezza.

Inoltre possono avere accesso a tutti i vostri dati e spesso utilizzano proprio questi dati per fare soldi.

Prendiamo l’esembio di Facebook e lo scandalo uscito da poco del Gambridge Analytica.

Dove i dati degli utenti registrati sono stati utilizzati a fini commerciali e alla manipolazione in base agli interessi degli stessi. Pensate che un servizio di free hosting può accedere a tutte le vostre email, ai contatti dei vostri clienti e può sapere molto altro.

Certamente non è il massimo della professionalità, soprattutto in un paese come la Svizzera dove la sicurezza e la segretezza dei dati sono di primaria importanza per il benessere aziendale e quello dei clienti.

 

4. Il sito web non è scalabile e personalizzabile

A primo impatto può sembrare che un servizio di free hosting permetta di essere facilmente scalabile, basta pagare giusto?

In effetti non è proprio corretto e vediamo perchè:

 

Non è personalizzabile:

Molti utenti pensano che basti trascinare alcuni bottoni per creare una pagina web che possa funzionare per la propria attività, e che possa attirare clienti.

Poi ci si rende conto che in effetti non è così facile realizzare un sito con i tool che ci vengono dati a disposizione. Quando vogliamo veramente personalizzare qualcosa ci si blocca perchè il sito di free hosting non lo permette o meglio lo permette fino ad un certo punto.

 

Non è scalabile:

Un sito scalabile deve permettere all’utente e all’azienda di potersi espandere e aggiungere diversi moduli. Se ad esempio necessitiamo una lista di contatti che si devono registrare e poi abbiamo la necessità di utilizzare questi dati per scopi commerciali, difficilmente con un sito gratuito possiamo riuscirci anche se poi andiamo a pagare i loro servizi in un secondo momento.

Questo è solo uno dei mille esempi che si possono fare sulla scalabilità di un sito.

Spesso ne risente anche la velocità del sito stesso quando ci appoggiamo a queste piattaforme gratuite. I motori di ricerca come google penalizzeranno il nostro portale proprio perchè con un hosting gratuito avremo delle performance scarse in termini di server e connessioni.

 

5. Sei entrato nel loro sistema e prima o poi dovrai pagare

A meno che non utilizziate questi servizi per dei test o per creare un sito amatoriale, ad esempio un blog che parla delle vostre passioni (pesca, sport, cinema) è altamente sconsigliato utilizzare queste tipologie di servizi per un uso professionale come azienda o ditta in Ticino.

È vero il detto che: chi più spende meno spande!

Una volta entrati nel sistema del sito web gratuito sopratutto se avete speso ore di lavoro per realizzare il vostro portale, vi capiterà sicuramente di dover aggiungere servizi a pagamento e con il passare del tempo questi servizi vengono a costare molto di più di un sito web professionale messo su un hosting Svizzero, senza calcolare tutte le ore messe a disposizione da voi stessi.

 

Capita spesso che molti clienti partiti da un sito web gratuito dopo aver speso ore di lavoro e molti soldi con il “fai da te” e  tramite gli upgrade a pagamento, vengono a chiedere aiuto a dei professionisti per realizzare alcune parti che non possono essere gestite altrimenti.

 

Il nostro consiglio è quello di chiedere sempre un preventivo e valutare la situazione.

È importante pensare in anticipo che un giorno il vostro sito crescerà e avrà necessità di nuove implementazioni.

 

 

 

 

Richiedi un preventivo gratuito

Metti un like e seguici sui social:
Contatta adesso

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi